Chiave Dinamometrica per Moto – Come Sceglierla e Caratteristiche

La chiave dinamometrica per moto è un attrezzo indispensabile per tutti coloro che sono appassionati di motociclismo e di fai da te e che dunque vogliono effettuare da soli operazioni di manutenzione ordinaria e straordinaria della propria moto.

La chiave dinamometrica è una speciale chiave a cricchetto reversibile che serve per serrare viti, bulloni e dadi della moto, senza danneggiare le filettature. Un serraggio eccessivo di bulloni, viti o dadi produrrebbe uno sforzo sul materiale di cui è composta la moto e per alcuni materiali, come la fibra di carbonio per esempio, potrebbe portare a un danneggiamento alla struttura del materiale, creando micro fratture che causano la sua rottura. Chiudere dadi, viti e bulloni applicando la giusta forza è dunque garanzia di durata nel tempo di questi.

La chiave dinamometrica si presenta dunque come una normale chiave a cricchetto, con una lunghezza variabile a seconda del range di coppia. La lunghezza della chiave si chiama, dal punto di vista tecnico braccio di leva mentre i valori della coppia di serraggio sono per lo più indicati in Newton per metro, ovvero Nm.

Ogni chiave dinamometrica permette di impostare un determinato range di coppia, ovvero tra un valore minimo di Nm e un valore massimo, e ovviamente permette di impostare un differente scatto tra un valore e l’altro, il che determina anche la sensibilità della chiave. La regolazione del range di coppia avviene per mezzo di una ghiera graduata, che in quasi tutte le chiavi viene posta sull’impugnatura. Al raggiungere il valore di coppia impostato, la chiave emette un suono, uno scatto, che si percepisce anche al tatto.

A seconda del modello e della marca, questo scatto potrà essere più o meno marcato, anche se va detto che trattandosi di lavori di precisione si suppone sempre che la persona che li sta eseguendo stia prestando la massima attenzione. La chiave dinamometrica, infatti, continuerà a funzionare anche dopo avere raggiunto il valore di coppia e una disattenzione porterebbe al danneggiamento delle delicate filettature delle moto moderne.

Chiaramente le case produttrici vi forniranno tutti i dati relativi ai valori di coppia da impostare per ogni singolo pezzo, che ovviamente saranno i più differenti tra loro. Sorge dunque la domanda relativa a quale sia la migliore chiave dinamometrica per moto da comprare. Non possiamo dare una risposta a questa domanda, anche perché dipende dai lavori che volete fare con la chiave dinamometrica. Tenete presente però che più vi avvicinate ai valori limite del range di coppia della chiave, più aumenta l’errore di questa e anche la possibilità di danneggiarla. Quindi, il consiglio che possiamo darvi è prima di tutto di mappare i serraggi di cui avete bisogno nella vostra moto e quindi, una volta individuati i vari valori, iniziare a osservare quelle che sono i range più diffusi. Proprio perché all’aumentare dei valori limite del range di serraggio è possibile danneggiare la chiave, è preferibile evitare chiavi che presentano un alto range, come potrebbe essere una chiave dinamometrica per moto che va da 0Nm a 200Nm e piuttosto comprare, con uguale spesa, due chiavi dinamometriche, con un range inferiore. Generalmente, ma per conferma controllate la vostra moto, come detto, una chiave dinamometrica con range compreso tra 5Nm e 25Nm e una seconda chiave dinamometrica con range compreso tra 20Nm e 100Nm andranno benissimo per la maggioranza delle moto.

Prestate attenzione che, per fare in modo che una chiave dinamometrica sia affidabile nel tempo, è necessario sottoporla a operazioni di taratura periodiche, nello scegliere una chiave dinamometrica al posto di un’altra tenete dunque in considerazione anche i servizi successivi alla vendita che l’azienda offre, in relazione a eventuali difetti della chiave, danneggiamenti e operazioni di taratura periodica.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *